Castelvecchio e Museo di Castelvecchio a Verona

RICERCA HOTEL


Arrivo
Partenza

Info utili:

alcune informazioni pratiche utili a visitare Verona

Leggi »

News

Assistenza Clienti

Assistenza Clienti

 

Castelvecchio e Museo di Castelvecchio a Verona

 

Castelvecchio e Museo di Castelvecchio a Verona


Il Castel Vecchio o Castelvecchio, originariamente chiamato Castello di San Martino in Aquaro, è un castello che oggi custodisce un museo (Museo civico di Castelvecchio), è il più importante monumento militare della signoria Scaligera.

Costruito nel 1354-57 su preesistenti fortificazioni, per volere di Cangrande II. La sua funzione non era solo quella di residenza signorile, ma anche e soprattutto di difesa sia dalle invasioni che dalle ribellioni popolari. L'area circostante permetteva l'uscita dalla città in modo agevole e veloce: percorrendo il ponte scaligero, ad uso esclusivo della nobile famiglia, la via d'accesso verso il nord lungo la valle dell'Adige era un riparo sicuro. Presenta due nuclei, divisi da un tratto delle mura duecentesche e sette torri perimetrali.

La complessa disposizione planimetrica del castello è generata da più fasi costruttive, dalle trasformazioni e dai restauri succedutisi nel tempo. Oggi si distinguono tre parti, la cosiddetta Corte della Reggia scaligera, a meridione, la Corte d'Armi, a settentrione, separate dalla Corte del Mastio, oggi assai trasformata, su più livelli altimetrici, dopo la rettifica tardo ottocentesca del profilo della rampa di accesso al ponte fortificato.

Tra la Corte del Mastio e la Corte d'Armi si erge l'alta cortina muraria merlata, imponente resto della cinta sull'Adigetto, di epoca comunale, preesistente al castello.

Nel 1928 diventò sede di un museo.

Il Museo civico di Castelvecchio è uno dei più importanti musei della città nonché uno dei più interessanti dell'arte italiana ed europea.
Il museo ospita 29 sale che espongono opere d’arte dall’epoca paleocristiana al ‘700.
Il percorso inizia al pianoterra dell’ala napoleonica, con la galleria delle sculture. Vi sono sale dedicate a sculture, rilievi ed epigrafi veronesi del periodo altomedievale e romanico, alla scultura veronese della prima metà del XIV sec., ad affreschi e pitture trecentesche di scuola veronese, nonché esempi di scultura, di oreficeria e gioielleria veneziane della metà del ‘300, ai pittori fiamminghi del XVI e XVII sec., (fra cui spicca un ritratto di epoca giovanile di Rubens), alla pittura veneta della fine del XV sec. e del primo XVI sec.

Le sale del piano superiore dell’ala napoleonica sono dedicate alla pittura dal XVI al XVIII sec., prevalentemente veronese. La sala più importante della sezione è quella che espone le opere di Paolo Caliari, detto il Veronese, insieme a dipinti del Tintoretto e di Giovan Battista Zelotti.

Una curiosità: il castello, nel 1943 ospitò l’assemblea che diede vita alla Repubblica di Salò e vi fu celebrato il processo che condannò a morte i gerarchi fascisti che avevano deposto Mussolini (fra cui il genero di questi, Galeazzo Ciano).

Orari:

dal martedì alla domenica
dalle 8.30 alle 19.30
il lunedì dalle 13.45 alle 19.30
chiusura cassa 18.45

Ingresso:

intero € 6,00;
ridotto gruppi e tariffa agevolata € 4,00;
 scuole e ragazzi 8-14 anni: € 2,00;
 ingresso gratuito per i residenti con più di 65 anni

Museo di Castelvecchio 

Corso Castelvecchio, 2
Tel. 045/8062611
Fax 045/8010729
E mail: biblioteca_castelvecchio@comune.verona.it

 

Luoghi imperdibili a Verona

 

» Arche Scaligere

» Arena

» Basilica di San Zeno Maggiore

» Casa di Giulietta

» Casa di Romeo

» Castelvecchio e Museo Civico di Castelvecchio

» Chiesa di San Procolo

» Duomo - Cattedrale di Santa Maria Matricolare a Verona

» Loggia del Consiglio

» Museo Civico di Storia Naturale

» Palazzo del Comune

» Palazzo di Cangrande

» Palazzo del Tribunale

» Piazza Bra

» Piazza dei Signori

» Piazza delle Erbe

» Tomba di Giulietta

» Torre dei Lamberti